Tu sei qui
Home > Cellulari-Smartphone > Whatsapp a pagamento nel 2013

Whatsapp a pagamento nel 2013

whatsapp_a_pagamentoVi ricordate quei simpatici messaggini che circolavano tempo fa a mo di catena di Sant’Antonio e che dicevano che Whatsapp avrebbe fatto pagare 1 centesimo a messaggio se non si inviava quel particolare messaggio a 10 persone? Beh diciamo che quella era una bufala ma non si discostava tanto dalla realtà che whatsapp sarebbe diventato a pagamento. In questo periodo ho visto il popolo di whatsapp impazzito per la notizia che l’app di messagistica che ormai ha raggiunto una popolarità alle stelle, sia diventata a pagamento. Premesso che whatsapp da contratto, cioè quelle cose che non leggiamo mai e facciamo sempre “accetta”, c’era riportata questa cosa e cioè che ne veniva concesso l’utilizzo per un certo tot di tempo e poi ci sarebbe stato un canone di circa 78 centesimi di euro all’anno.
Ora non ho capito se la gente si lamenta del costo da pagare, cioè un caffé all’anno, oppure non va giù il fatto che per Iphone invece si paghi una volta sola il programma e non il servizio..a quel punto ne possiamo parlare. Per vedere quando scade la validità del vostro whatsapp prima che diventi a pagamento, potete entrare nel programma, poi andate nelle impostazioni->Informazione account->Informazioni sul pagamento.
Potete vedere alla voce Scadenza del servizio la scadenza dell’app per usarla gratis.
Voi che farete? Pagate questa cifra da capogiro oppure navigate verso nuovi orizzonti? 🙂

Alla prossima, ciao belli..

14 commenti su “Whatsapp a pagamento nel 2013

  1. Ma se il destinatario non ha WhatsApp o iMessage o pure non dispone di un iPhone, pago lo stesso il costo del sms ?

    1. Ciao Danilo, se dall’altra parte non hanno whatsapp non penso puoi mandare messaggi..credo che si faccia solo tra due utenti whatsapp.

  2. mi sembrava strano… “tutto gratis tutto gratis non si paga”

    i miei amici erano tutti infervorati! Io fin dall’inizio ero scettico… poi l’ho installato e funziona.

    Ora però effettivamente “mi torna tutto” nel senso che anche sta roba si paga. Vabè alla fine non occorre un mutuo. Per un dollaro all’anno, lo faccio senza problemi.

    1. Ciao carletto..beh sul fatto che fosse tutto gratis non è proprio così, hanno creato un po di confusione tra il playstore e il loro sito..infatti se ci dai uno sguardo sul sito, ci sta scritto che dopo un periodo di prova diventa a pagamento..questo è il sito http://www.whatsapp.com/android/

    1. Ho visto..infatti quella voce “senza spese nascoste” rende molta confusione, perché credo che loro qui volevano dire che per inviare i messaggini non hai nessun costo aggiuntivo..

  3. Adesso loro dico :
    “senza spese nascoste”
    “senza costi internazionali”

    Dove hai trovato la notizia o continua ad essere una bufala ?

    1. Non è una bufala..il problema è che tra il play store e il sito di whatsapp hanno creato solo confusione..ma non è che adesso è diventato a pagamento..è sempre stato così..solo che la stai usando per un periodo di tempo gratis e se la vuoi la paghi..guarda il sito http://www.whatsapp.com/android/ ci sta proprio scritto:

      Please download the latest version of WhatsApp Messenger and enjoy our service free for 1 year! During, or after free trial period you can purchase service for $0.99 USD/year

      1. Con Iphone non è (ancora) a pagamento .
        Ti ho anche messo il testo che si trova nello spazio dedicato
        all’app da itunes.

        1. Con Iphone l’applicazione la paghi da subito e poi credo non vogliano più soldi, infatti se le cose stanno così la gente si dovrebbe molto incavolare 😈

    1. Ciao Danilo, alla scadenza se vuoi continuare ad usarlo si paga 78 centesimi, non te li scalano dal cell i soldi li devi dare o tramite carta di credito o tramite carta prepagata. La carta prepagata va associata al play store di google.

Lascia un commento

Top
Translate »

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,consulta la Cookie Policy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi